N.B.:

  1. Tra parentesi metto la diagnosi effettuata dallʼeventuale specialista che possa aver trattato il paziente precedentemente
  2. I nomi di coloro che hanno fatto le testimonianze sono stati riportatati esattamente come inseriti nel Blog, senza alcuna alterazione.
  3. La maggior parte delle testimonianze sono di miei pazienti. Inserirò anche testimonianze di medici agopuntori o omeopati con cui collaboro, primo fra tutti li Dott. Gilberto Gori di Bologna, che è stato il mio primo effettivo insegnante di Agopuntura.

 


PATOLOGIE OCULISTICHE

default image

Rischio Glaucoma da aumento pressione intraoculare in occhi con ridotto spessore corneale

mi sono rivolta al dottor tentindo al momento che mi hanno riscontrato una pressione oculare alterata…..dopo la prima agopuntura e a un mese dalla cura che mi aveva dato ho rimisurato la pressione ed era abbassata…..dopo 2 mesi e un altra agopuntura il tono e ulteriormente abbassato e arrivato a livelli buoni……
continuo fiduciosa la cura che mi ha dato il dottore….. incoraggiata dai risultati ottenuti ad oggi
avevo anche un granuloma anulare ad una mano che mi e quasi completamente sparito

Lucia paziente del Dott. Archimede Tentindo 28 Dicembre 2016

default image

Aumento pressione intraoculare – rischio Glaucoma

Sono di Roma e ho 68 anni. Ero impaurita dalla possibilità del glaucoma, perché l’oculista mi ha trovato un aumento della pressione intra oculare: 20 nell’occhio destro 26 in quello sinistro. Dovevo prendere il Timogel, collirio che abbassa la pressione degli occhi, ma dopo essermi informata sugli effetti collaterali, ho preferito rivolgermi all’omeopatia e all’agopuntura. Ho cercato in internet se con l’omeopatia si poteva risolvere il glaucoma, ma non ho trovato nulla, ho letto invece che l’agopuntura poteva essere efficace. Ho trovato il blog del dott. Tentindo . MI sono rivolta a lui e dopo tre sedute di agopuntura la pressione intraoculare è scesa a 16 in entrambi gli occhi. L’oculista credeva che avessi preso il Timogel, non gli ho detto nulla dell’agopuntura, mi ha prescritto un’altro controllo dopo tre mesi. Al controllo del 27 maggio scorso avevo 16 nell’occhio destro e 18 in quello sinistro.

Diana paziente del Dott. Archimede Tentindo 1 Giugno 2016

default image

Congiuntivite cronica ed ostruzione dotti lacrimali

Ho indirizzato mia madre dal dottor Tentindo, quando i suoi problemi agli occhi sono diventati così seri da interferire con la sua vita quotidiana. Mia madre, che ha 76 anni, soffre di una congiuntivite cronica dall’età di 18 anni. Negli anni aveva preso l’abitudine di gestire gli episodi più critici con colliri a base di cortisone, ma ultimamente anche questi non avevano più alcun effetto. Nonostante portasse ormai costantemente gli occhiali da sole, gli occhi erano sempre gonfi e arrossati e le lacrimavano costantemente. Nel corso dell’ultima visita, l’oculista ha riscontrato una completa ostruzione dei dotti lacrimali. Nel suo caso, l’omeopatia e l’agopuntura del dottor Tentindo sono state risolutive.

Costanza Paziente del Dott. Archimede Tentindo 24 Maggio 2016

default image

Aumento pressione intraoculare – rischio Glaucoma

A gennaio sono andata dal Dott. Archimede Tentindo a seguito di un riscontrato aumento di pressione negli occhi. Nel destro avevo pressione 24, nel sinistro 26.
Ero molto impaurita, so che è una malattia molto seria che può portare alla cecità, ma ero anche prevenuta nei confronti del collirio prescritto dall’oculista, che non ho voluto usare per gli effetti collaterali molto forti…poi c’è il problema che nel glaucoma non puoi misurarti la pressione tranquillamente a casa, ma devi andare dall’oculista, per cui non è facile seguire l’andamento della pressione degli occhi.
Insomma ho iniziato a fare agopuntura per il glaucoma, dopo 20 giorni mi sono fatta misurare la pressione e avevo 16 in entrambi gli occhi!
Il 3 marzo di mattina presto ho rimisurato la pressione e avevo 20 sia a destra che a sinistra. L’oculista mi ha spiegato che la pressione intraoculare varia nell’arco della giornata e anche in relazione alle emozioni, all’attività fisica ed altri fattori, come ad esempio se si beve molta acqua tutta insieme… Comunque ero già molto meno ansiosa perché avevo la prova che l’agopuntura fosse efficace sul glaucoma.
Il 2 maggio una felicissima riconferma di quanto stessi beneficiando della terapia: ho di nuovo misurato la pressione e avevo 12 in entrambi gli occhi!
Grazie Dott. Tentindo!

Cristina paziente del Dott. Archimede Tentindo 18 Maggio 2016

default image

Glaucoma

Nel dicembre 2013 ho incominciato a notare disturbi agli occhi, innanzi tutto un abbassamento della vista dellʼocchio destro, con difficoltà a leggere i caratteri piccoli della scrittura e un affaticamento generale della visione.
Con lʼandar del tempo sentivo sempre di più un senso di tensione alla testa ed una fastidiosissima pulsazione allʼocchio destro, che spesso si estendeva alla tempia destra. Tutto questo si accentuava la sera.
Il 7 dicembre 2013, lʼoculista mi ha visitato e, dopo aver effettuato lʼesame del fondo oculare, mi ha detto che la mia pressione intraoculare troppo alta, consigliandomi di approfondire subito con la pachimetria. La cosa mi ha un poʻ allarmata e lo stesso pomeriggio ho fatto fare questo esame. Purtroppo nella pachimetria si rilevava che lo spessore della mia cornea era piuttosto sottile, aggravando il problema.
Lʼʻoculista mi ha consigliato di iniziare la sua terapia, in quanto i miei occhi erano a rischio, soprattutto il destro. Ho scelto di prendermi un poʼ di tempo per riflettere e per documentarmi sul glaucoma, dopo di che ho contattato il dottor Archimede Tentindo.
Ho iniziato un ciclo di sedute di agopuntura, associate allʼomeopatia e alle erbe della Medicina Tradizionale Cinese. Mi ha subito rincuorato il fatto che durante le sedute di agopuntura, la sensazione sgradevole allʼocchio destro diminuiva notevolmente e quando mi alzavo dal lettino era notevolmente affievolita.
A distanza di un anno, il 12/12/2014 ho rifatto la visita oculistica approfondita per verificare lo stato del glaucoma e la pressione intraoculare è stata 16 su un occhio e 18 sullʼaltro. Alla fine dellʼesame la dottoressa mi ha detto: “Signora, tutto a posto. Non ci sono problemi. Torni tra un anno.” Poi mi ha chiesto quale terapia avessi fatto e quando le ho detto agopuntura è rimasta veramente sorpresa e anche contenta per me. Figuriamoci io!!!

Maria V. Paziente del Dott. Archimede Tentindo 3 Gennaio 2015

default image

Sindrome di Sjogren

Inizio con un grazie al Dr. Tentindo Archimede... il nome è già tutto il programma che mette in uso con chi si rivolge ad esso per l’agopuntura, la mia esperienza con il Dr. Tentindo è iniziata tre anni fà per tre sedute che ho stupidamente interrotto per varie problematiche, premetto che ho la sindrome di Sjjogren ( malattia autoimmune ) con tutte le secchezze che comporta.... e qui mi aggangio al grazie iniziale perché da quando ho ripreso l’agopuntura per la capsulite adesiva della spalla sinistra che sta migliorando, non sto più usando le gocce agli occhi che mettevo tutte le sere, e questo da un mese esatto, sono meravigliata... ovviamente non Archimede che da sempre mi ha detto quale sarebbe stato il risultato applicando gli aghi tutte le settimane.... consiglio agli scettici il trattamento con gli aghi senza avvelenarsi con antidolorifici o altri veleni che l’industria farmaceutica presenta in farmacia creando ogni giorno nuove malattie, grazie ai medici come Archimede possiamo vivere meglio!

Carmen paziente del Dott. Archimede Tentindo. 30 Aprile 2013

default image

Glaucoma

Alcuni anni fa mi fu diagnosticato il glaucoma (pressione endoculare 23). ho tenuto sotto controllo il mio glaucoma con l’uso, durato per anni, del Carteol. per altri motivi ho iniziato la terapia di agopuntura col dottor Tentindo. ad un certo punto della terapia il dottore mi disse di provare a smettere la terapia farmacologica e dopo un po’ di tornare a misurare l’indice del glaucoma. sono andato e con grande sorpresa mia e dell’oculista la pressione era di 14!!! l’oculista non voleva crederci ha voluto il nome di questo dottore che praticava l’agopuntura e ha detto che non aveva mai visto regredire un glaucoma così, senza farmaci. Ringrazio il dott. Tentindo per avermi liberato del glaucoma e della schiavitù delle goccette. Grazie doc!

Roberto Renna paziente del Dott. Archimede Tentindo 26 Febbraio 2013

default image

Glaucoma

Gent.le Dott. Tentindo,Volevo informarla che dopo il suo trattamento di agopuntura, la mia pressione endooculare si è ridotta da 21 a 16 e l’oculista sta considerando l’ipotesi di sospendere il trattamento con le gocce.
La ringrazio vivamente oltre che per la sua professionalità e competenza anche per la sua simpatia che non guasta affatto nel rapporto medico-paziente.
Grazie!

Maurizio paziente del Dott. Archimede Tentindo. 14 Novembre 2012


PATOLOGIE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE

default image

La mia esperienza col Dott. tentindo

Da quando hanno diagnosticato la sindrome di Tourette a mio figlio per la mia famiglia è cominciato un incubo...cosa facciamo ma soprattutto che cose la sindrome di Tourette dove porta tutto questo, dal quel momento la nostra vita ma soprattutto quella di mio figlio è cambiata.. All’ora ci siamo detti basta disperarsi ora dobbiamo trovare una soluzione, ma le uniche cure proposte erano psicofarmaci che è vero inibivano i tic ma avrebbero lasciato un vuoto dentro mio figlio, perché i psicofarmaci ti tolgono le emozioni...
Poi come un barlume nel buio ci compare ma non per caso perché io non credo al caso in quanto ogni nostro incontro o situazione compare per insegnarci qualcosa, il dottor Tentindo che sostiene con cure omeopatiche e con una corretta alimentazione i tic vanno a sparire...L’ho contattiamo e ci spiega un po’ il tutto noi abitiamo a livorno e prendendo un appuntamento ci ritroviamo nel suo studio vede la situazione è mio figlio aveva una scala di tic di 10/10 non si fermava un attimo....Ci fa la diagnosi ci da la cura e li signore come per magia mio figlio cominciava a stare meglio i tic mese per mese diminuivano sempre di più oggi dopo un anno e mezzo siamo sui 2/10 purtroppo è un bambino di 9 anni e non seguiamo a regola tutto ma quando è pulito vi dico che non si sente per niente...una cosa voglio dire dopo tutto questa esperienza che loro sono molto sensibili e ogni cambiamento lo percepiscono in maniera forte abbracciatele e tranquillizzateli, grazie alla cute e tanto amore stiamo riuscendo a vedere la luce in fondo al tunnel...
Non ho parole per ringraziare il dottor Archimede Tentindo che con la sua professionalità e la sua enorme disponibilità ha riportato il sorriso è la speranza in casa mia...

Ivano Gotta Paziente del Dott. Tentindo 26 Febbraio 2019

default image

Negli anni passati avevo fatto psicoterapia, ma non vedevo risultati e alla fine mi hanno consigliato di prendere gli psicofarmaci.
Sono venuta a conoscenza del dott. Tentindo e ho voluto provare.
A seguito delle sue sedute, gestisco meglio le emozioni di rabbia e tristezza; non ho più le esplosioni che avevo e rispetto al passato riesco a farmi scivolare le cose addosso.

Linda Paziente del dott. Tentindo 8 Luglio 2017

default image

Sindrome di Tourette resistente agli psicofarmaci

Mi chiamo Luca, sono residente nel centro Italia. Con mia moglie abbiamo notato che nostro figlio verso i quattro anni cominciava a battere sempre piu’ frequentemente le palpebre, io porto gli occhiali,quindi siamo andati a fare una visita completa da un oculista. Risultato, occhiali molto leggeri per nostro figlio. Penso ok .Siamo a posto. Nel frattempo le maestre dell’ asilo ci dicono che il bimbo alcune volte ha degli scatti e dei comportamenti (tic) fuori dalla norma e ci consigliano di verificare con un neuropsichiatra infantile questo comportamento.
Visita dal neuropsichiatra infantile e ci dice che ” Sua moglie sta aspettando una sorellina per il bimbo, quindi il comportamento del bambino e’ normalissimo (forma di gelosia). Rassicurati ce ne stiamo “tranquilli” per circa 6/8 mesi. Poi a settembre, il bimbo a circa 6 anni e mezzo, andiamo al mare e notiamo una ripresa abbastanza importante di questi tic (accostare la spalla alla guancia, e toccarsi i talloni tra di loro mentre camminava, scrittura al limite della lettura).
A questo punto prendiamo appuntamento con il primario del reparto di neuropsicologia infantile di un ospedale del centro Italia, il quale dopo una visita molto sommaria, senza fare nemmeno un analisi, ci liquida con una diagnosi non ben definita, e la prescrizione di uno psico-farmaco. I tic continuavano ad aumentare(cominciava anche molto frequentemente a tirare le braccia in avanti come se facesse box)), abbiamo fatto fare delle analisi in autonomia, il valore unico sballato era la TAS(circa 750).  Abbiamo parlato con il nostro pediatra ed alla fine abbiamo cercato un ospedale che avrebbe fatto tutte le analisi. Quindi figlio ricoversato 4 gg, diagnosi SINDROME di TOURETTE, cura psicofarmaco, che ha preso per circa 3 mesi con conseguente aumento di peso, pero’ sostanzialmente le cose non miglioravano. (Si alternavano giorni tranquilli a gioni di tic anche molto intensi).
Da qui la perdita di sonno per circa un mese per leggere articoli sulla Tourette. Una notte mi sono imbattuto su una pagina che parlava di questa sindrome e la possibilita di migliorare la situazione di nostro figlio con una cura che non ha controindicazioni ed agopuntura. Chi proponeva questa terapia era il Dott. Archimede Tentindo a Roma, un po’ distante, ma parlando con mia moglie abbiamo deciso di provare. Preso appuntamento, visita e relativa cura abbiamo provato. Risultato: su una scala da 1 a 10 nostro figlio era posizionato ad 8, ora dopo circa un anno e’ posizionato a 2. Ora il bambino svolge una vita regolarissima, la tas si e’ abbassata di 1/3, fa nuoto e bicicletta costantemente. A scuola a un ottimo rendimento, unico neo ancora la calligrafia, anche se migliorata.
Alla fine di tutto stiamo “curando” il bambino con prodotti naturali e senza controindicazioni, sta molto ma molto meglio rispetto all’ inzio e non e’ aumentato di peso. Possiamo dire che il bimbo sta BENE.
Per nostro consiglio chi dovesse avere una problematica del genere dovrebbe provare con il dott. Tentindo

Luca genitore del paziente del dott. Tentindo 5 Luglio 2017

default image

Commento del dott. Tentindo alla testimoninanza del Sign. Luca

Ringrazio vivamente il sign. Luca per la testimonianza, soprattutto perché da modo ad altri pazienti di conoscere anche questa realtà terapeutica, basata sull’utilizzo di prodotti completamente naturali.
Anche in questo caso non ho utilizzato l’agopuntura, ma mi sono avvalso di particolari Integratori che si stanno dimostrando molto efficaci nella cura della sindrome di Tourette. Ho riscontrato gli effetti benefici di questi prodotti, oltre che attraverso la quasi totale eradicazione dei sintomi ticcosi, anche attraverso un importante esame che utilizzano gli esperti di Medicina Tradizionale Cinese, l’Esame dei Polsi. Attraverso questo importantissimo strumento diagnostico, ho potuto rilevare che la fisiologia dei pazienti andava man mano migliorando con l’andar del tempo: riscontravo che gli organi che alla prima visita risultavano indeboliti si rinforzavano e quelli che risultavano intossicati si andavano progressivamente depurando.
Nel caso in questione, i genitori erano doppiamente allarmati, perché oltre ai tic della Sindrome di Tourette, il loro figlio era particolarmente ingrassato dopo l’utilizzo dello psicofarmaco.
Ora sta bene anche di peso e questa è una ulteriore prova del fatto che il ragazzo è stato largamente depurato, attraverso l’utilizzo degli Integratori, dalle tossine provocate dalla precedente terapia soppressiva.

Dott. Archimede Tentindo 5 Luglio 2017

default image

Sindrome di Tourette

Sono la mamma di un bambino di 9 anni affetto da Sindrome di Tourette. Tutto ha avuto inizio verso i 4 anni e mezzo, quando ci siamo accorti che nostro figlio faceva dei movimenti strani con la testa, con le braccia e con gli occhi. Col passare del tempo iniziano anche strani suoni, tipo singhiozzo. Ci rivolgiamo alla pediatra per capire cosa succede. Lei ci invia per approfondimenti al reparto di neurologia della nostra città ma non riusciamo ad ottenere alcuna risposta. Ci rivolgiamo all’ospedale di un’altra città ma anche qui nessuna risposta definitiva. Ci dicono che il bambino strutturalmente non ha niente che non va, che si tratta di movimenti ticcosi dei quali però non ci danno alcuna spiegazione e ci consigliano di rivolgerci ad una psicologa per verificare che non abbiano origine a livello psicologico. Facciamo anche questa esperienza che però non porta ad alcun risultato se non a quello di creare ulteriore stress.
Fatto sta che arriviamo quasi ai 6 anni, i tic aumentano e l’inizio della scuola elementare è alle porte. Torniamo dalla neurologa della nostra città che lo aveva già visitato e questa volta ci
indirizzano ad un famoso centro di Milano specializzato in disturbi da Tic. Qui per la prima volta ci viene fatta la diagnosi di Sindrome di Tourette. Chiediamo subito: Come si cura? Risposta: Non esiste alcuna cura, possiamo solo bloccare i sintomi tramite l’utilizzo di neurolettici e puntura di penicillina. Iniziamo quindi questo percorso di “cura”. Risultato: i tic diminuiscono ma davanti a noi c’ è un bambino che non è più lo stesso: triste, perennemente stanco e imbambolato e con frequenti crisi di pianto. Decidiamo cosi dopo qualche mese di sospendere la “cura” e di dire addio al Centro di Milano (che, vista la mole di pazienti e il poco tempo che dedica loro probabilmente non si è nemmeno accorto di avere un paziente in meno). Sospesa la cura i tic tornano più intensi di prima, mio figlio si vergogna e non vuole andare a scuola. Inizia per lui e per noi, che non sappiamo come aiutarlo, un periodo di grande sofferenza. È a questo punto che inizia la ricerca sul web di qualsiasi notizia in merito alla sindrome di Tourette ed è sul web che fortunatamente mi imbatto nel nome del Dott. Tentindo. Leggo le testimonianze e penso che tentar non nuoce. Lo contatto. Tre settimane più tardi siamo nel suo studio a Roma. Da lì, passo dopo passo, inizia la nostra rinascita. Grazie all’utilizzo di una miscela di particolari integratori, dei funghi della medicina cinese e ad una dieta “su misura” otteniamo grandi miglioramenti. Per noi la strada dell’agopuntura non è stata praticabile perché abitiamo a più di 600 km da Roma, ma anche con i rimedi suddetti abbiamo raggiunto ottimi risultati: siamo arrivati dal Dott. Tentindo che i tic di mio figlio erano ad un’intensità di 9 su una scala di 10. Oggi, seguendo le indicazioni del dottore col quale siamo in contatto quotidianamente (grazie per la pazienza!) siamo arrivati a 2,5 su 10 e ci auguriamo una prossima stabile e definitiva guarigione.
Grazie al Dott. Tentindo la vita di mio figlio è notevolmente migliorata, è tornato ad essere un bambino felice, spensierato e va a scuola sereno. Grazie di cuore al dottore per la sua
disponibilità, umanità e competenza.

Valentina Mamma di un paziente del Dott. Tentindo 19 Giugno 2017

default image

Sindrome di Tourette

Sono la mamma di un bambino di 8 anni affetto da sindrome di tourette. Tutto ha inizio 1 anno e mezzo fa, quando mio figlio improvvisamente ha iniziato ad avere tic multipli e complessi, accompagnati da paure. Dopo avergli fatto elettroencefalogramma e risonanza magnetica per escludere possibili danni celebrali ci siamo rivolti ad un NPI che ha fatto diagnosi di sindrome di tourette. Mio figlio è stato successivamente ricoverato in diversi ospedali d’ Italia e visitato da più neurologi che lo hanno riempito di neurolettici vari: risperidone, catapresan, orap, abilify, ma niente funzionava neanche il cortisone. Facendo ricerche su internet ho scoperto che un’infezione da streptococco beta emolitico di gruppo A poteva essere implicato in tutto questo, infatti il tampone faringeo ci dava ragione e per questo motivo il neurologo che lo seguiva in quel periodo ha iniziato a parlarci di PANDAS. Abbiamo quindi iniziato ad eliminare gli psicofarmaci e ad introdurre gli antibiotici (compresa una puntura di sigmacillina) che mio figlio faceva ogni 15 giorni. Ma neanche questa terapia lo faceva stare meglio, i suoi tic erano tanti e a volte gli impedivano anche di mangiare o tenere le posate in mano. Ci hanno proposto le immunoglobuline ma mentre le faceva in ospedale ha avuto uno shock anafilattico ed è finito in rianimazione. Io e mio marito, disperati, passavamo le giornate facendo ricerche e fu così che per MIRACOLO ci appare il nome del Dott. Archimede Tentindo, lo contatto subito telefonicamente e prendo un appuntamento. Vede il bambino la prima volta ad ottobre e valuta
i suoi tic su una scala di intensità 9-10/10. Iniziamo subito la sua cura basata su farmaci omeopatici, funghi cinesi e integratori ed eliminando il latte vaccino. Mio figlio inizia subito a migliorare e a tre mesi dall’inizio della cura siamo scesi a intensità 3 e mezzo/10. Per noi è già un miracolo e spero che continui a migliorare. Ringrazio infinitamente il Dott. Archimede Tentindo e il” SIGNORE “che c’è l’ ha fatto incontrare sul nostro cammino. Vorrei dire a tutti i genitori con figli affetti da questa sindrome di incontrare il Dott. Tentindo (l ‘unico medico che ha fatto uscire mio figlio da questo incubo). Grazie di cuore.

Anna mamma di un bambino paziente del Dott. Archimede Tentindo 14 Gennaio 2017

default image

Disturbo psicosomatico collegato allo stress

Mi sono recata dal Dott. Tentindo perché soffrivo di un forte reflusso gastro-esofageo, con risalita di acido che mi provocava un fortissimo mal di gola e abbassamento di voce, nervosismo conseguente e impossibilità di mangiare molti alimenti. Ho iniziato la terapia con un’agopuntura mirata al reflusso, ottenendo una considerevole riduzione dei sintomi.
In un secondo momento, il Dott. Tentindo ha ritenuto opportuno affrontare il problema in chiave psicologia, ritenendo il mio reflusso di origine psicosomatica.
Da allora l’agopuntura era fatta allo scopo di riequilibrare le mie emozioni. Precedentemente avevo difficoltà a digerire i bocconi amari della vita; da quando faccio l’agopuntura, riesco ad affrontare le avversità della vita in maniera più distaccata, reagisco alle situazioni con meno coinvolgimento emotivo e gestisco in maniera più equilibrata il “rodimento quotidiano”.

Ornella Paziente del Dott. Archimede Tentindo 24 Dicembre 2016

default image

Sindrome di Tourette

Sono la mamma di un bambino di 11 anni affetto da sindrome di Tourette, abbiamo avuto la prognosi quando mio figlio aveva quasi 9 anni, ci sono stati proposti come “cura” che cura non è, i neuroletici, che noi abbiamo chiaramente rifiutato, dopo questo rifiuto il BUIO completo,non sapevamo come fare per aiutare nostro figlio.
A questo punto ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo iniziato a studiare e a cercare una cura alternativa, abbiamo provato anche noi gli antibiotici, devo dire con buoni risultati, ma dopo un’anno di cura abbiamo deciso di interromperli per far si che il corpo di mio figlio si disintossicasse, chiaramente abbiamo continuato a cercare e abbiamo trovato il dott. Tentindo siamo in cura da lui da circa un mese e mezzo, non è molto lo so, ma i risultati ci sono, mio figlio al momento ha come intensità 2-3/10, e stiamo continuando la cura speranzosi di arrivare a 0/10, vi terrò informati.

Paola madre del paziente del Dott. Archimede Tentindo 15 Dicembre 2016

default image

Risposta del Dott. Tentindo alla Signora Paola, mamma del bambino con s. di Tourette

Ringrazio la Signora Paola, che ho avuto il piacere di incontrare due mesi fa (il 14 ottobre scorso) insieme a suo marito ed al figlioletto undicenne affetto da Sindrome di Tourette.
Il bambino alla prima visita aveva una sintomatologia di tics che variava da 4/10 a 8/10 di intensità e poiché abitano molto lontano da Roma, ho proposto loro una terapia senza l’utilizzo dell’agopuntura, quindi basata essenzialmente attraverso l’uso di speciali integratori, probiotici e funghi della Medicina Tradizionale Cinese.
Chiaramente in questi casi per me è necessario mantenere un periodico contatto telefonico con i genitori del paziente con s. di Tourette, affinché io possa modulare i rimedi con criterio.
Già dopo pochi giorni la mamma mi informato che il bimbo stava decisamente meglio, che i tic non oscillavano più da 4/10 a 8/10 di intensità e che si erano stabilizzato su un valore molto basso, cioè a 2-3/10.

15 Dicembre 2016

default image

Paura di vivere a fondo le relazioni

Era un po’ di tempo che ero consapevole di essere arroccata su me stessa, cioè di girare sempre intorno alle stesse idee, atteggiamenti e alle stesse forme di chiusura sia mentale che comportamentale. Il Dr. Tentindo mi ha fatto notare che alla base di questo problema ci potevano essere delle paure passate talmente vecchie che non ero più in grado di riconoscere e tanto meno ricordare. Questo circolo vizioso mi portava ad avere degli scambi relazionali sempre parziali, con sempre le stesse dinamiche, come se intorno a me ci fosse stato un vetro che mi impediva di entrare in una profonda relazione con le persone che mi interessavano.
Ho iniziato così a fare un ciclo di Agopuntura mirata allo scioglimento delle paure e adesso, già dopo poche sedute, tutto per me è diventato più facile, mi sento libera di relazionarmi con serenità con chi mi sta intorno e non ho più quegli “aculei” che allontanavano le persone da me. Sono libera di dire serenamente al mio prossimo quello che penso con gentilezza ed assertività.
Una decisione importante che rimandavo da un anno e mezzo, che avevo paura di prendere, l’ho presa in pochi istanti con serenità.
Prima mi negavo il diritto di conquistare il mio giusto spazio, come se dentro di me ci fosse la condizione del “vorrei ma non posso”, ora ho la sensazione di poter fare e poter ottenere, e soprattutto di meritare.
Sara C.

Sara C. paziente del Dott. Tentindo 22 Novembre 2016

default image

Sindrome di Tourette tipo Plus – PANDAS con spunti di ADHD, forte aggressività e Disturbo Ossessivo Compulsivo

Sono un ragazzo di 18 anni che ha sofferto moltissimo per la sindrome di Tourette.
Inizialmente mi ha visitato un professore che mia prescritto uno psicofarmaco nel 2009.
Dopo di lui i miei genitori mi hanno portato da un professore universitario che ha fatto diagnosi di PANDAS, per cui attribuiva i miei tic tic ad un problema di autoimmunità…praticamente i miei anticorpi attaccavano i miei stessi nervi, per cui questi diventavano irritati e alla minima stimolazione reagivano in eccesso, un po’ come se si tocca la carne scoperta di una ferita dove manca la pelle, il semplice tocco fa vedere le stelle, mentre normalmente dovrebbe essere percepito in maniera positiva. Così avevo il tessuto nervoso bombardato dai miei stessi anticorpi.
A casa ci siamo documentati e abbiamo visto su pubmed che questa ipotesi è molto attendibile e molti medici credono che la sindrome di tourette sia la PANDAS, malattia autoimmune. Perché gli anticorpi attaccano i nervi? Il responsabile è lo Streptococco beta emolitico, un batterio che avrebbe innescato il meccanismo autoimmune. Sembra che la superficie dei nervi assomigli un po’ a quella del famigerato streptococco beta emolitico, per cui quando il sistema immunitario non è più preciso come una volta, scambia i nervi per lo streptococco che vuole colpire. Questo professore infatti non ha mai pronunciato la parola tourette, ma parlava solo di PANDAS e la cura si proponeva di eliminare completamente dentro il mio corpo ogni traccia dello streptococco, così che il sistema immunitario la smettesse do sparare anticorpi contro di lui e colpire i miei nervi perché gli assomigliavano. Questa spiegazione mi piaceva molto, se non altro perché non venivo considerato un malato di mente, ma un malato nel fisico…inoltre i conti tornavano, anche perché io sin da piccolo avevo avuto molte tonsilliti e avevo avuto un TAS altissimo.
La terapia iniziata in aprile 2011 è stata a base di immunoglobuline endovena (Privigen) e cortisone, cui è seguita un forte terapia antibiotica e in più mi ha mantenuto il Serenase, che assumevo dal precedente professore.
Purtroppo non ho avuto sensibili miglioramenti, la diaminocillina che ho fatto da giugno 2011 a giugno 2013, mi ha fatto ingrassare tanto e mio padre mi ha portato da un altro famoso professore, che al contrario non ha mai parlato di PANDAS ma solo di Sindrome di Tourette, nel mio caso specifico Sindrome di Tourette tipo Plus, avendo io anche spunti di ADHD, forte aggressività e qualche fissazione, che lui diagnosticava come sindrome ossessivo compulsiva. La sua cura è stata a base di psicofarmaci, Sereprile, Abilify, Orap, ecc…che ho preso dal 2011 fino a ottobre 2014 senza risultati buoni, i tic erano sempre tanti e frequenti.
I miei genitori allora hanno deciso di intraprendere un’altra strada e mi anno portato dal Dott. Archimede Tentindo, che nella prima visita mi ha subito detto che avrebbe proceduto ad eliminare gradualmente gli psicofarmaci che stavo assumendo. La sua cura è stata a base di Agopuntura, Omeopatia, probiotici, fitoterapia della Medicina Tradizionale Cinese, in particolar modo i funghi, e dieta personalizzata. Devo dire che sulla dieta non sono stato molto ligio…comunque quando sono andato da lui i tic della tourette erano come intensità 8-9/10 e come frequenza 7-8/10…non potevo andare al cinema per i salti che facevo ogni qualche secondo sulla poltrona…
Attualmente sono migliorato tantissimo, la mia vita è cambiata molto in meglio, i miei tic sono da parecchio tempo assestati su circa 2 e mezzo-3/10 di intensità e frequenza, tranne risalire a circa 7 /10 quando prendo l’influenza. Prima quando prendevo i farmaci, durante l’influenza i tic arrivavano a 9/10. Inoltre ora sono molto meno aggressivo, sono dimagrito e ho ritrovato il peso forma e posso andare tranquillamente al cinema, cosa che mi piace moltissimo. Continuo a farmi curare dal Dott. Tentindo anche perché lui vuole arrivare ad eradicare completamente i tic della tourette, mi dice “Ci fermiamo quando siamo a 0/10!”

L. paziente del Dott. Archimede Tentindo 2 Marzo 2016

default image

Risposta del Dott. Archimede Tentindo alla testiminanza di L.

Con grande piacere rispondo a questa simpatica e vivace testimonianza, sia perché essa è animata da una forte consapevolezza culturale sulla sindrome di Tourette, sia perché descrive alcune modalità del mio lavoro.
Come L. racconta, io affronto ogni caso con la scala di valori da 1 a10, con la quale è possibile monitorare l’evoluzione della Tourette.  In questo modo si prendere nota dell’andamento dei tic, sia per quanto concerne l’intensità, che per quanto concerne la frequenza. Facciamo l’esempio di un paziente che, durante la prima visita, emetta un forte urlo ogni 2 secondi accompagnato o alternato da un ampio scatto del braccio tipo colpo di boxe; se mi viene riferito che il suo stato è costante durante tutta la giornata, nella scala di valori verrà segnato come 10/10 di intensità e 10/10 di frequenza.
In buona sostanza, assegnando un valore numerico alla sintomatologia, risulta più facile seguire il percorso terapeutico del paziente affetto da Tourette.
In questo caso clinico, le diagnosi precedenti non concordavano: da una si è fatta diagnosi di Pandas, dall’altra di Tourette. Pure le terapie sono state molto differenti: Immunoglobuline ed antibiotici con aggiunta di cortisone da una parte, psicofarmaci dall’altra.
Alla luce delle evidenze scientifiche, ove è ormai dimostrato che nel paziente con Tourette ci sono anticorpi che bersagliano precise strutture nervose, i quali anticorpi non sono presenti nell’individuo sano. Come dice L., è il sistema immunitario del paziente che erroneamente produce questi anticorpi e lo fa perché non funziona più bene. La mia impostazione terapeutica è conseguentemente rivolta a riequilibrare il sistema immunitario mal funzionante.   D’altronde al malato di Tourette interessa prima di tutto eliminare i tic, insieme all’ansia e alle altre emozioni negative e questo faccio con l’agopuntura e l’omeopatia.

2 Marzo 2016

default image

Paralisi da Ictus ischemico cerebrale

Buongiorno vorrei raccontare brevemente la mia esperienza. Il 19 giugno mio padre viene operato a Pisa per un carcinoma all’esofago dopo varie complicanze e tre mesi di terapia intensiva riusciamo a tornare a Roma. finalmente a casa stavamo a fatica recuperando i mesi di allettamento. La notte del 30 settembre come un fulmine viene colpito da un ictus di tipo ischemico, la parte sx del corpo completamente paralizzata lo tengo a casa non chiamo nessuno e nel frattempo penso e cerco nel web una soluzione rapida all’ictus e alle ischemie il giorno dopo facciamo una RM che conferma ictus di natura ischemica a quel punto non ho dubbi meglio non lasciare niente di intentato provo e chiamo il dott tendindo mi risponde spiego la situazione sente la mia disperazione e nel giro di poche ore è a casa nostra dopo mezz’ora papà muoveva il braccio e accennava qualche movimento con il piede.Oggi dopo neanche un mese sta in piedi ha riacquistato quasi del tutto la padronanza della gamba. Oggi ne parlavo anche con il neurologo che ha visto i grossi miglioramenti senza fisioterapia e anche lui ha dovuto convenire che grazie all’agopuntura papà oggi sta in piedi

Patrizia figlia del paziente del Dott. Archimede Tentindo 29 Ottobre 2015

default image

Effetti della droga MDMA-ecstasy

L’anno scorso, settembre 2104, ho fatto l’errore più grosso della mia vita, al mare con glia amici ho assunto dei cristalli di un derivato dell’estasi, il peggiore di tutti, quello nero…maledetto mdma.
Dopo qualche ora ho iniziato a stare malissimo, mi è salita un’ansia enorme e mi si è completamente chiuso lo stomaco, il cuore batteva fortissimo… la luce mi dava fastidio, qualsiasi luce mi irritava..
Avevo l’insonnia e la paura che se mi addormentavo non sarei svegliato più..
Camminavo con le mani incrociate, per il dolore fisso al petto proprio nella zona del cuore e avevo dolore ai reni
Il panico mi aumentava di giorno in giorno…soprattutto a letto sentivo la pesantezza di stomaco, e di giorno non riuscivo a mangiare.. il battito del cuore rimbombava dentro di me, ero debolissimo e completamente inpanicato, ero pure svenuto 3 volte nei giorni precedenti. Pensavo quasi sempre di morire.
Qualsiasi luce mi dava un grande fastidio e la paura della morte non mi mollava.
Mia madre mi ha accompagnato dal dott. Archimede Tentindo, che si dato subito da fare per me.
Ho fatto 5 sedute ogni giorno dal lunedì al venerdì e poi ancora una seduta il lunedì seguente e un’altra il martedì, giorno in cui ho ricominciato a sentirmi veramente meglio. Mi ha prescritto anche un medicinale omeopatico. Da allora ho fatto una seduta di agopuntura alla settimana e dopo 2 mesi mi sono sentito veramente bene.

Alberto paziente del Dott. Archimede Tentindo 30 Agosto 2015

default image

Attacchi di panico – Paura della morte – Fobia delle malattie – Sensi di colpa

Salve mi chiamo Giusy, sono una ragazza di 30 anni e voglio portare la mia testimonianza per dare speranza a tutte quelle persone che hanno il mio stesso problema e sono sfiduciati sull’efficacia di queste cure…A seguito di alcuni capitoli della mia vita purtroppo ho conosciuto gli attacchi di panico e ansia generalizzata nel 2004 , quindi forte sudorazione,mani e piedi gelati,tremore in tutto il corpo, tachicardia e senso di confusione e spossatezza generale. Non riuscivo piu’ a stare in casa da sola, dormivo poco e male, i sensi di colpa mi travolgevano e il mio rapporto col cibo era divenuto pessimo a causa delle tante intolleranze ai cibi, ai medicinali e ciliegina sulla torta allergia al nichel e forte intolleranza al lattosio con l’aggravante di hipotiroidismo d hashimoto scoperto a seguito della prima gravidanza.Insomma chi piu’ ne ha piu’ ne metta. La paura della morte o della morte dei miei cari mi accompagnava giorno per giorno, ero diventata fobica perfino per lo sport…attività che amavo e amo tutt’ora, perchè ero convinta che ha causa dell aumento dei battiti sotto allenamento potesse venirmi un infarto, a causa di questo infatti per molto tempo sono stata ferma.Ho provato diverse cure ma sono sempre stata scettica davanti agli psicofarmaci tanto che l’ultima volta li ho direttamente cestinati. Lo scorso anno toccai il fondo, su una settimana 4/5 giorni correvo in pronto soccorso così grazie ad internet ho trovato il dott.Tentindo.Non avevo nessuna fiducia in lui, mi sentivo spacciata, completamente a terra. Spesso piansi davanti a lui perchè non credevo di riuscire ad uscire da tutto questo marasma psicofisico che mi aveva travolta. Ad oggi invece posso dire a gran voce che solo GRAZIE AL DOTT.ARCHIMEDE 1 mese fa ho ripreso gli allenamenti, dopo poche sedute di agopuntura non ho più avuto attacchi di panico,da quasi 7 mesi sono tornata a mangiare quasi tutto, la mia digestione è buona,il mio intestino regolare e grazie alla cura che ad oggi continuo a fare anche i problemi di natura psicologica (sensi di colpa-paure varie-fobie) stanno scomparendo.Sicuramente continuerò le cure fino alla mia totale rinascita.SODDISFATTA E FELICE DI AVER TROVATO IL DOTT. TENTINDO ARCHIMEDE.

Giusy paziente del Dott. Archimede Tentindo 22 Maggio 2015

default image

Sindrome di Tourette

A 18 anni ho capito tramite internet di avere la sindrome de tourette. Da quando avevo 8 anni fui portato dai miei genitori in vari studi medici: oculista, otorino e pure psicologi i quali attribuivano i miei tic a mia madre la quale molto apprensiva. Sempre su internet scoprimmo che a milano un noto Dott? Curava la tourette con ottimi risultati. La cura vonsidteva in neurolettici, a me furono prescritti il serenase e il revitrol i quali scemarono leggermente i tic ma avevano tanti effette collaterali, infatti arrivato a 23 anni ebbi una crisi di ansia abbastanza grave. Mia madre sempre contraria alle medicine convenzionali si mise alla ricerca fi un buon omeopata e cosi’ venne a conoscenza del dott. Tentindo che gia’ aveva avuto ottimi risultati nella cura della tourette. Il 09-01-2014 ebbi il primo appuntamento col dott. Tentindo. Feci tre dedute di agopuntara a distanza di una settimana una dall’altra, inizia cura omeopatica e lasciai un po alla volta i psicofarmaci. Col dott. ci incontrammo fino a luglio 2014 altre quattro volte. I tic sono quasi spariti io mi sento bene e dal dott. ci torno ogni 4 o 5 mesi. Ringrazio il Dott. E spero che altri vengano a conoscenza che di tourette si puo’ veramente guarire e senza medicine veleno.

Giulio paziente del Dott. Archimede Tentindo 20 Maggio 2015

default image

Paura della morte

Sono andata dal dott. Tentindo su consiglio di un’amica che aveva tratto giovamento per un problema di tipo psicologico.
Avevo delle paure generalizzate della morte: paura che morisse mia madre, qualcuno della mia famiglia, e anche paura che morissi io stessa.
Mi svegliavo tutte le notti alle 4.00 per dei sogni terribili riguardanti la morte: questo accadeva da un mese.
La mia amica mi aveva consigliato l’agopuntura ed io ho voluto provare.
Il dott. Tentindo, dopo avermi visitato, si è mostrato molto sicuro e mi ha detto che sarebbero bastate poche sedute di agopuntura per sciogliere la paura della morte.
Inoltre mi ha prescritto un farmaco omeopatico: dovevo prendere solo 3 pilloline di zucchero la mattina a digiuno.
Da quella seduta di agopuntura non ho fatto più i sogni paurosi e anche durante la giornata sono stata tranquilla e non mi venivano più pensieri neri sulla morte.
Attualmente sono più serena e domani vado a fare la seconda seduta a quindici giorni dalla prima.

Beatrice L. paziente del Dott. Archimede Tentindo 28 Novembre 2014

default image

Sindrome di Tourette

Miss Arizona 2012 ha testimoniato la sconfitta della malattia nell’ articolo pubblicato su Acupuncture Today November, 2013, Vol. 14, Issue 11
Jennifer Smestad ha sconfitto la Sindrome di Tourette con l’Agopuntura, qui assieme alla Dr. Jing Liu della Eastern Medicine Center.
Leggi l'articolo sul blog: Ho sconfitto la Tourette e sono tornata a vivere

Jennifer Smestad, Miss Arizona 2012 paziente della Drs.sa Jing Liu della Eastern Medicine Center 24 Novembre 2014

default image

Nevralgia del trigemino

La mia vita lavorativa è stata minata per anni dalla malattia del suicida: una terribile scossa elettrica che dura tanto da farti uscire di testa e quando finisce non sai per quanto tempo ti lascerà in pace...Chi non ha la nevralgia del trigemino, non può capire perché viene chiamata la malattia del suicida, ma veramente ci pensi a farla finita...ti vorresti far staccare la testa pur di far smettere quella tortura.
Sapere che ogni mese ti toccheranno giorni e giorni in cui soffrirai così tanto che daresti la testa nel muro per il dolore che ti fa impazzire...
Questo da 25 anni. Dopo essere stata visitata senza successo dai più disparati specialisti,
4 anni fa un medico mi ha parlato del Dott. Tentindo e così ho voluto provare lʼagopuntura. Ho fatto diverse sedute e il dolore è un poʼ alla volta scomparso completamente.
Quando è passato un mese intero dallʼultima seduta, ancora non ci credevo: per 25 anni il trigemino non mi aveva mai lasciato in pace così tanto tempo! Ora sono 4 anni che non ho neanche una crisi.

Romina C. paziente del Dott. Archimede Tentindo 11 Agosto 2014

default image

Ansia e depressione

Buongiorno, mi chiamo andrea, dal 2004 al 2010 ho assunto sereupin e xanax per combattere ansia e depressione.
In quel periodo ero seguito da una psicologa ed uno psichiatra. Incoscentemente mollai da solo la cura, con conseguente grossa ricaduta.mi affidai quindi ad una neurologa che mi prescrisse un altro farmaco, l’entact da 20mg. Nel contempo conobbi Archimede Tentindo tramite un’amicizia in comune.nn conoscevo l’agopuntura, ma con fiducia mi affidai a lui. In realta’ andai da Archimede Tentindo per curare una sublussazione alla spalla destra e cronici mal di schiena.dopo qualche seduta chiesi al dottore se fosse possibile curare con l’agopuntura ansia e depressione per eliminare definitivamente i farmaci.grazie al dott. Archimede Tentindo cominciai a scalare gradualmente i farmaci aiutandomi con sedute di agopuntura. In pochi mesi eliminai definitivamente gli psicofarmaci.
Attualmente sono 3 anni che nn ne assumo,certo qualche ricaduta ansiogena c’e’,inutile negarlo, ma nn sono ricaduto nella facile trappola dei farmaci.
In casi di ricadute faccio dei richiami con l’agopuntura.

Andrea B. paziente del Dott. Archimede Tentindo 3 Luglio 2014

default image

Sindrome di Meniere

Mia madre, che ora ha 70 anni, ha risolto con l’agopuntura del dottor Tentindo, i “pesanti” fastidi derivanti dalla sindrome di Meniere.
Questa la sua storia: dall’età di 30 anni, a causa della sindrome di Meniere, soffriva di perdite fortissime dell’equilibrio (durante le crisi doveva rimanere distesa almeno per 2-3 ore ad occhi chiusi), le crisi potevano durare anche settimane o ripresentarsi più volte in un mese: a causa di ciò aveva anche iniziato a soffrire di depressione (utilizzava il Sereupin).
In questa situazione ha iniziato le sedute di agopuntura con il dott. Tentindo:già dopo due mesi, le crisi si manifestavano solo nella forma più leggera e dopo un anno le crisi non si presentavano più.
Da allora sono passati quattro anni, mia madre non ha più avuto crisi ed ha riacquistato tutta la sicurezza che la malattia le aveva tolto.

Anna paziente del Dott. Archimede Tentindo 3 Ottobre 2013

default image

Sindrome di Tourette

Mi voglio allacciare a quello che dice il signor Maurizio P. e alla bella risposta del Dottor Archimede, che riguarda anche la psicologia. Mio figlio è stato seguito per anni ed anni da psicologi che ci dicevano, a noi genitori, che lʼunica strada da seguire era quella della psicologia. Il ragazzo era ansioso per via della separazione e per questo motivo aveva i tic della sindrome di Tourette.
Infiniti appuntamenti con gli psicologi, che sostenevano che lʼansia era la causa di tutto il malessere del ragazzo. Finalmente un giorno ci fu detto che la causa reale era dovuta ad una passata infezione da streptococco, che aveva disturbato il suo sistema immunitario.
Questo mi fece inquadrare la malattia da un punto di vista diverso, non solo la sindrome di Tourette, ma la malattia in generale. Oltre tutto non ero lʼunico responsabile del male di mio figlio. Una domanda che mi chiedevo perché tanti figli di genitori separati non soffrono di questa maledetta sindrome di Tourette?
Conosco tanti separati in guerra tra loro ma il loro figli non hanno i tic. Perché? mi chiedevo. Lʼho chiesto agli psicologi e devo dire, in tutta onestà, che le loro risposte non mi convincevano... Parlavano della psiche, ma non mi tornavano i conti...e la mia fiducia nella psicologia calava sempre più.
Lʼagopuntura e lʼomeopatia, invece, considerano la mente strettamente collegata al corpo. Questo ho imparato, che ogni male dello spirito coinvolge il corpo e ogni male del corpo coinvolge lo spirito.

Alessandro di Gia paziente del Dott. Archimede Tentindo 12 Dicembre 2012

default image

Sindrome di Tourette

Mio figlio aveva la sindrome di tourette, che il Dr. Tentindo ha guarito con l’omeopatia. All’età di 4 anni e mezzo mio figlio ha avuto una infezione da streptococco e poco dopo ha iniziato ad avere dei tic. All’inizio non erano grandi tic, soprattutto giramenti degli occhi, ma con i mesi diventarono sempre più fastidiosi ...rumori fatti con la gola, contrazioni delle dita, giramenti del collo. giramenti della testa...poi la diagnosi di sindrome di tourette. Solo quando lo portato all’istituto di via dei Sabelli a Roma mi hanno parlato di problema neurologico: la sindrome di Tourette era dovuta al fatto che lo streptococco aveva danneggiato i suoi nervi. Fino ad allora tutti mi avevano detto che si trattava di un problema mentale, collegato al fatto che il ragazzino era ansioso o per via della mia separazione o perché gli trasmettevo la mia, di ansia. Un giorno mia cognata mi ha detto che una sua amica aveva risolto un problema neurologico facendosi fare l’agopuntura dal Dr. Tentindo: “se la sindrome Tourette è un problema neurologico e lui è riuscito a risolvere questi problemi, potrebbe funzionare.” Mio figli aveva 13 anni. Dopo 6 mesi i tic erano quasi scomparsi del tutto. Da circa un anno non ne ha più.

Alessandro di Gia paziente del Dott. Archimede Tentindo 2 Luglio 2012


PATOLOGIE ENDOCRINE E METABOLICHE

default image

Iperprolattinemia (Prolattina aumentata)

Quando con il mio compagno abbiamo deciso di avere un figlio sono passati diversi mesi senza successo e nel frattempo la mia ginecologa mi stava prescrivendo diverse analisi.
In uno di questi controlli abbiamo scoperto il valore della prolattina molto alto e effettivamente questo mi aveva provocato uno sfogo e un prurito molto forte nel seno.
Volevo condividere che l’agopuntura e l’omeopatia hanno fatto rientrare il rossore e il prurito nel giro di 15 giorni e il valore della prolattina si è riassestato definitivamente dopo soli 2 mesi, con grande sorpresa della mia ginecologa che alquanto scettica riguardo la medicina omeopatica mi aveva consigliato un endocrinologo.

Elana Paziente del Dott. Tentindo 12 Novembre 2018

default image

Intolleranze alimentari e colite cronica

Buon giorno Dott. Tentindo,
dopo anni in cui soffrivo di fastidioso gonfiore intestinale, colite e intolleranze alimentari (avevo 20 anni, oggi ne ho 50 ), con la cura, incredibilmente semplice, indicatami da Lei Dottore, i disturbi si sono ridotti fino quasi a scomparire. I miglioramenti sono giorno dopo giorno, rapidi, posso mangiare cio’ che desidero, finalmente, dopo tanto tempo, senza avere paura. La mia qualita’ della vita e’ talmente migliorata, che testimonio affinche’ altri possano sapere che si puo’.
A fronte di una cronicita’ di cosi’ lunga durata, in un tempo di soli due mesi….il risultato a me sembra sorprendente!
Grazie Dottore.
Antonella

Antonella paziente del Dott. Tentindo 9 Aprile 2017

default image

Eccesso di ormoni maschili in ragazza quattordicenne

Sono una ragazza di 15 anni. A causa di un eccesso di ormoni maschili, all’età di 14 anni gli endocrinologi mi hanno proposto la pillola per “sistemate le cose”, ma i miei genitori sono stati contrari all’utilizzo dell’anticoncezionale per i suoi effetti collaterali.
Nel dicembre 2012, il valore del Diidrotestosterone (DHT), l’ormone in causa dei miei problemi, era 1169 quando i valori normali di laboratorio per una donna sono 24-368.
Nel gennaio 2013 ho iniziato le cure con il Dott. Tentindo, a base di farmaci omeopatici, sedute di agopuntura ogni 14 giorni ed i funghi terapeutici della Medicina Classica Cinese.
A Gennaio 2014 ho rifatto le analisi e il valore del Diidrotestosterone (DHT) era 43,8 cioè perfettamente nella norma.

Caterina paziente del Dott. Archimede Tentindo 30 Maggio 2015

default image

Tiroidite di Hashimoto

Salve,volevo condividere questa esperienza con gli altri utenti del blog. Nel dicembre 2008 ho portato mia figlia di 14 anni dal Dottor Tentindo, perché non aveva il ciclo mestruale da tanti mesi e inoltre le era stata diagnosticata una Tiroidite autoimmune di Hashimoto. Tramite l’agopuntura e l’omeopatia posso dire che mia figlia è guarita,infatti ad oggi 20enne ha i valori tiroidei perfetti (compresi gli anticorpi) e le mestruazioni sono sempre regolari.

Marcello R. paziente del Dott. Archimede Tentindo 2 Ottobre 2014

default image

Tiroidite di Hashimoto

Salve, circa 15 anni fa mi fu diagnosticato una tiroidite di hashimoto con ben due noduli alla tiroide, da allora sono stata costretta ad assumere il famigerato eutirox variando ogni tanto il dosaggio. Negli ultimi anni a complicare il quadro è arrivata anche una iperinsulinemia e quindi altri medicinali. A novembre dello scorso anno il Dott. Archimede mi ha sottoposto ad agopuntura aiutandomi anche con un’alimentazione più sana, e piano piano ho eliminato tutte le medicine. Ad oggi i controlli ematici che riguardano le mie patologie sono “ottime” come dice il Dott. Archimede. Grazie per me è stata una vittoria!!!

Patrizia paziente del Dott. Archimede Tentindo 26 Settembre 2013


PATOLOGIE GASTROENTEROLOGICHE

default image

Colite ulcerosa

Nel marzo 2106 inizio a soffrire di forti crampi addominali con tante scariche di diarrea giallastra e nausea. Mi sono fatto visitare da un colonproctologo che mi ha prescritto una colonscopia, il cui risultato è stato colite ulcerosa, confermata anche dalla biopsia del colon.
Dato che i dolori erano intensissimi, ho deciso di recarmi dal dott. Tentindo, nella speranza di poterli abbassare o almeno ridurre. E così è stato: con la sua terapia, dopo pochi giorni non avevo più alcun dolore e le feci gradualmente sono tornate ad esser formate.
Nell’arco di tutto questo anno non ho avuto più nessun episodio doloroso.

Alessio paziente del Dott. Tentindo 3 Ottobre 2017

default image

Rettocolite ulcerosa

Su consiglio di una mia cara amica, mi sono recata dal dott. Archimede Tentindo perché erano due mesi che ero senza forze e depressa, oltre che molto ansiosa. Facendo l’agopuntura e utilizzando funghi della Medicina Cinese, dopo qualche seduta sono tornata in forma sia di umore che di forze, grazie al cielo, perché oltre il lavoro sono una mamma super-impegnata.
Dato che da molti anni soffro di proctite ulcerosa cronica, la diagnosi è stata finalmente fatta nel 2009, erano 8 anni che utilizzavo Asacol quotidianamente su consiglio dello specialista gastroenterologo che mi segue.
Ho chiesto al dott. Archimede se si poteva fare qualcosa anche per questa forma di colite ulcerosa e lui mi ha detto che aveva avuto buoni risultati in passato e così ho voluto provare. Mi ha prescritto degli speciali Integratori della Vis e devo dire che i risultati sono stati molto migliori delle aspettative: dopo circa 15-20 giorni di cura non ho più perso sangue nelle feci, cosa che prima accadeva tutti i giorni, malgrado le cure dello specialista.
Ora sono 2 mesi che sto bene, non sanguino più dal retto e sono sicura che la strada che sto seguendo è quella giusta.

Simo paziente del Dott. Tentindo 19 Settembre 2017

default image

Rettocolite ulcerosa

Mi chiamo Giuseppina sono infermiera e ho 52 anni. Affetta da rettocolite ulcerosa degenerata a più tratti intestinali da ben 24 anni, vivevo una condizione di disagio costante, condizione che spesso mi costringeva a non svolgere le mansioni d’infermiera perché dovevo restare a casa. Nel tempo ero calata di peso, circa 15 Kg., con grande perdita di energia. Per caso, parlando con dei conoscenti, seppi del Dott. Tentindo che si occupa di agopuntura, medicina cinese, omeopatia e dieta alimentare e, alcuni mesi fa, fissai un appuntamento per la prima visita. Oggi, dopo un periodo di attenzioni alimentari, integratori innovativi e qualche rimedio omeopatico, sono completamente guarita dalla colite ulcerosa. Ho ritrovato il peso forma di un tempo, lavoro intensamente senza alcun problema e ovviamente non adopero più i farmaci tradizionali ai quali ero assoggettata da anni con molti danni collaterali. Questa testimonianza pubblica è un riconoscimento alla competenza del Dott. Tentindo che ringrazio sentitamente e spero che possa essere utile ad altri sofferenti di tale patologia.

Giuseppina M. paziente del Dr. Tentindo 5 Settembre 2016

default image

Allergia al nichel ed intolleranza al lattosio

Salve mi chiamo Giusy, sono una ragazza di 30 anni e voglio portare la mia testimonianza per dare speranza a tutte quelle persone che hanno il mio stesso problema e sono sfiduciati sull’efficacia di queste cure…A seguito di alcuni capitoli della mia vita purtroppo ho conosciuto gli attacchi di panico e ansia generalizzata nel 2004 , quindi forte sudorazione, mani e piedi gelati, tremore in tutto il corpo, tachicardia e senso di confusione e spossatezza generale.
Non riuscivo piu’ a stare in casa da sola, dormivo poco e male, i sensi di colpa mi travolgevano e il mio rapporto col cibo era divenuto pessimo a causa delle tante intolleranze ai cibi, ai medicinali e ciliegina sulla torta allergia al nichel e forte intolleranza al lattosio con l’aggravante di hipotiroidismo di hashimoto scoperto a seguito della prima gravidanza.Insomma chi piu’ ne ha più ne metta. La paura della morte o della morte dei miei cari mi accompagnava giorno per giorno, ero diventata fobica perfino per lo sport…attività che amavo e amo tutt’ora, perché ero convinta che ha causa dell aumento dei battiti sotto allenamento potesse venirmi un infarto, a causa di questo infatti per molto tempo sono stata ferma. Ho provato diverse cure ma sono sempre stata scettica davanti agli psicofarmaci tanto che l’ultima volta li ho direttamente cestinati.Lo scorso anno toccai il fondo, su una settimana 4/5 giorni correvo in pronto soccorso così grazie ad internet ho trovato il dott.Tentindo.Non avevo nessuna fiducia in lui, mi sentivo spacciata, completamente a terra. Spesso piansi davanti a lui perché non credevo di riuscire ad uscire da tutto questo marasma psicofisico che mi aveva travolta. Ad oggi invece posso dire a gran voce che solo GRAZIE AL DOTT.ARCHIMEDE 1 mese fa ho ripreso gli allenamenti, dopo poche sedute di agopuntura non ho più avuto attacchi di panico, da quasi 7 mesi sono tornata a mangiare quasi tutto, la mia digestione è buona, il mio intestino regolare e grazie alla cura che ad oggi continuo a fare anche i problemi di natura psicologica (sensi di colpa-paure varie-fobie) stanno scomparendo.Sicuramente continuerò le cure fino alla mia totale rinascita.

SODDISFATTA E FELICE DI AVER TROVATO IL DOTT. TENTINDO.

Giusy paziente del Dott. Archimede Tentindo. Testimonianza inserita anche in Neurologia-Psichiatria 22 Maggio 2015


PATOLOGIE GINECOLOGICHE

default image

Endometriosi

Salve, sono una ragazza di 30 anni e sono anche io una paziente del Dr Tentindo.
Mi sono rivolta all’agopuntura per curare gli attacchi di panico dopo anni di insuccessi con le terapie tradizionali.
Ero convinta oramai di non poter riuscire più a vedere la luce in fondo a questo tunnel... Soffrendo anche di endometriosi ne ho parlato al Dottore e lui mi ha rincuorato dicendo di poter trattare anche questa con l’agopuntura! Con molta sorpresa ho riscontrato dei miglioramenti molto netti.
L’endometriosi ce l’ho da sempre, fin dalla comparsa del primo ciclo e i dolori sono sempre stati fortissimi e strazianti. Dovevo sempre fare iniezioni di antidolorifici e/o antinfiammatori, da 2 a 4 punture per ciclo.
A causa di questi fortissimi dolori mestruali ero costretta a letto per tutta la durata del ciclo. Questo ovviamente era un grandissimo problema per il lavoro e le mie relazioni sociali. Assumevo da anni la pillola anticoncezionale come cura, senza interruzione in modo da non far aumentare questo tessuto di endometriosi che aumenta di spessore ad ogni ciclo.
Dopo un ricovero ospedaliero (prima di iniziare questo percorso con l’agopuntura) ho dovuto fare, purtroppo, una cura a base di Enantone che è un farmaco che provoca una forzata assenza di mestruazioni.
Questa cura mi ha devastata a livello fisico e psicologico.
Ormai convita di non avere più speranze il Dr Tentindo e l’agopuntura mi hanno fatto ricredere e dato nuova speranza!
Faccio attualmente delle sedute e sto decisamente meglio! Non sono più costretta una settimana a letto ogni mese, i dolori sono diminuiti come intensità e durata.
È diventato un ciclo mestruale come quello delle donne che non soffrono di endometriosi!
La cosa più importante è che sono riuscita anche a non dover più assumere la pillola anticoncezionale come terapia per controllare la crescita dell’endometriosi e il dolore!
Sono davvero soddisfatta e continuerò, come sto facendo, la terapia per migliorare ancora di più la situazione!
Un grazie speciale per la pazienza e la professionalità del Dr Tentindo!

Milena P. paziente del Dott. Archimede Tentindo 19 Dicembre 2014

default image

Endometriosi

Sono una paziente del dott. Tentindo. Come ho raccontato nel post di luglio soffro da anni di endometriosi e da piu di un anno mi sto curando con l’agopuntutra con risultati ottimi. Volevo aggiungere che da qualche mese ormai i dolori si sono ridotti tantissimo sia in intensità (sono arrivata a ridurre le dosi di antidolorifico al minimo e in alcuni casi anche a farne del tutto a meno) che in durata ( sento dolore solo al secondo giorno del ciclo, e a volte un giorno vicino al periodo dell’ovulazione).
Sono sempre più convinta dell’efficacia dell’agopuntura nella cura dell’endometriosi e molto soddisfatta di aver intrapreso questa strada.

Valentina paziente del Dott. Archimede Tentindo 1 Dicembre 2014

default image

Endometriosi

Sono una paziente del dott. Tentindo. Tre anni fa mi è stata diagnosticata l’endometriosi dal gruppo di ricerca dell’ospedale Gemelli. Ricordo che già sei anni prima una ginecologa sentì durante una visita che avevo un ispessimento al livello del retto. Lei sospettò un’ endometriosi, ma in quel periodo, siccome facevo uso della pillola da anni, non soffrivo molto durante le mestruazioni, infatti non ero andata da lei per i dolori mestruali ma perché avevo spesso delle perdite di sangue al di fuori del ciclo. I dolori ho iniziato a sentirli due anni dopo quando ho smesso di prendere la pillola. Io in genere sopporto abbastanza bene il dolore, ma durante le mestruazioni e l’ovulazione era veramente molto forte, nell’ovulazione addirittura peggio. Per un anno e mezzo ho fatto la terapia ormonale con il Danatrol che mi abbassava il dolore ma che mi lasciava un malessere generalizzato: stavo male d’umore, sentivo il corpo gonfio e avevo un continuo senso di pesantezza. Inizialmente credevo che avrei dovuto fare uso della terapia ormonale per un periodo di tempo determinato dopo il quale sarei stata meglio, ma quando al Gemelli mi hanno detto che l’avrei dovuta fare a tempo indeterminato, nonostante le loro rassicurazioni, ho pensato che dovevo trovare un’altra strada per curare la mia endometriosi.
Ad ottobre 2013 ho iniziato l’agopuntura col dottor Tentindo, che per 3 mesi mi ha visto ogni settimana. Poi si è deciso di fare due sedute al mese. Il dolore si è abbassato moltissimo: durante i primi 3 mesi era quasi sparito ed ora, rispetto a come stavo prima, è una cosa molto più contenuta. Sicuramente voglio continuare con l’agopuntura, perché mi sento molto meglio anche a livello generale (non ho più quel malessere generalizzato che sentivo prima e il mio umore si è stabilizzato).
Considerando che la mia endometriosi è caratterizzata da diverse formazioni di media grandezza nella zona dell’ovaio e dell’intestino, sono molto felice della scelta fatta e convinta nel proseguire.

Valentina paziente del Dott. Archimede Tentindo 17 Luglio 2014

default image

Iperplasia dellʼutero ed infertilità

Sono una paziente del dott. Tentindo nel 2005 mi fu diagnosticata una iperplasia dell’utero e dopo varie visite ed esami mi fu detto che avrei dovuto operarmi. Mi fu anche detto che per questo motivo non riuscivo a rimanere incinta. Un caro amico mi parlò del dr. Tentindo.
Dopo 2 mesi di agopuntura e di cure omeopatiche, rifeci tutti gli esami ed il ginecologo mi disse che ero guarita, dopo 6 mesi sono rimasta incinta.

Giovanna Tarallo paziente del Dott. Archimede Tentindo 26 Giugno 2013


PATOLOGIE ORTOPEDICHE E REUMATOLOGICHE

default image

Dolore al polso da sublussazione navicolare

Mi chiamo Daniele L. e mi sono rivolto al Dott. Archimede Tentindo per curare con l’agopuntura il dolore del mio polso cronicamente infiammato. Questo il referto della risonanza magnetica: ”Irregolarità del processo stiloide radiale ed apparente sublussazione navicolare. Discreta quota intraradicolare radio-carpale. Disomogeneità di segnale a carico dei legamenti collaterali radiale ed ulnare e della fibro-cartilagine triangolare.”
L’attività sportiva mi faceva venire un fortissimo dolore al polso, tanto da non poter neanche tenere un bicchiere in mano, cosa molto deprimente perché io sono uno sportivo e questa cosa inficia notevolmente le mie prestazioni di Kiter. Infatti una manovra particolare che eseguivo spesso nel Kite, il mio sport, consiste proprio nel piegare il polso all’interno per passare la barra del Kite dietro la schiena.
L’ortopedico mi ha prescritto 20 sedute di Tecar terapia, che io non ho voluto fare, in quanto non le ritenevo efficaci, Infatti dopo sole 4 sedute di agopuntura col Dott. Archimede, il dolore è passato e ho potuto iniziare di nuovo il mio sport preferito.

Daniele L. Paziente del Dott. Archimede Tentindo 11 Ottobre 2016

default image

Artrite psoriasica

Sono di Firenze ed ero sempre stata scettica nei confronti dell’agopuntura e dell’omeopatia.
Mio figlio, amico dal Dott. Tentindo, da oltre un anno mi chiedeva di farmi visitare da lui per curare l’artrite psoriasica con l’agopuntura e l’omeopatia. Adesso ringrazio mio figlio, ma allora non mi sembrava possibile che una patologia così importante come l’artrite psoriasica potesse essere curata dall’agopuntura. D’altra parte ero molto preoccupata per gli effetti collaterali connessi alla tossicità dei farmaci che prendevo. La mia terapia era:
Humira 1 ogni 15 giorni
Methotrexate 1 ogni settimana
Algix 10 giorni al mese
Colchicina1 al giorno
Comunque mio figlio non demordeva e alla fine ho preso un appuntamento a Roma col dott. Archimede: mi ha visto per la prima volta nel settembre 2015 e da subito mi ha detto che gradualmente mi avrebbe fatto scalare tutti i farmaci che prendevo. Mi ha detto: “Il mio studio è un luogo dove si fa scienza, qui contano solo i fatti. Non è un luogo di fede, dove la gente deve avere fede per sperare di avere un risultato. Una persona può anche non credere nell’agopuntura o in tutto quello che faccio: se metto gli aghi nella maniera giusta e prescrivo i rimedi adeguati, il paziente tenderà a stare meglio.”
Dopo avermi illustrato i benefici della terapia omeopatica integrata con i funghi terapeutici e probiotici, che avrebbero comunque portato al raggiungimento dell’obiettivo, il dottore mi ha proposto un ulteriore percorso che prevedeva, oltre alla terapia, una seduta ogni 15 giorni di agopunturaa con lo scopo di curare l’artrite psoriasica più velocemente. Ho scelto di fare anche le sedute.
Dopo la prima visita, ho fatto altre 4 sedute di agopuntura prima di sentirmi molto meglio. Nel gennaio 2016 mi sono recata al controllo presso il reparto di Reumatologia di Careggi Firenze, per comunicare che non stavo più prendendo la loro terapia.
Negli esami del sangue del che ho fatto in quel periodo si sono anche regolarizzati i valori degli ormoni tiroidei; non ero più in ipotiroidismo.
A tutt’oggi i dolori acuti sono scomparsi, ho molta più resistenza fisica e spero che, con l’aiuto del dr. Tendindo riuscirò anche a dimagrire. Continuo a prendere gli omeopatici che mi ha prescritto, i Funghi della medicina cinese ed i probiotici.

Tiziana paziente del Dott. Archimede Tentindo 24 Maggio 2016

default image

Connettivite autoimmune e sindrome di Sjogren

Dopo un lungo periodo di profondo malessere, nel 2010 mi è stata diagnosticata una connettivite autoimmune associata a sindrome di Sjogren. Soffro di dolori muscolari e articolari migranti, secchezza degli occhi e delle mucose, mi stanco facilmente e ho anche molti problemi a livello intestinale. Ho scelto di non curarmi con la terapia convenzionale perché prevede l’assunzione di farmaci molto pesanti per l’organismo – come il cortisone e il Plaquenil. Convivere con una malattia autoimmune cronica è faticoso, ma io ho la fortuna di aver conosciuto il dottor Tentindo. Grazie a una combinazione terapeutica di agopuntura, funghi medicinali, omeopatici e alimentazione, mi ha aiutato a trovare un nuovo equilibrio. La qualità della mia vita oggi è buona e tutto questo senza gli effetti collaterali che inevitabilmente avrebbe comportato l’assunzione dei farmaci.
In questi sei anni ho incontrato diversi professionisti delle medicine cosiddette alternative, ma lui è senz’altro il migliore. È un medico esperto, competente e saggio, possiede la rara virtù dell’ascolto e un’instancabile sete di conoscenza che lo spinge a trovare soluzioni innovative anziché arroccarsi su posizioni consolidate. Sa che ognuno dei suoi pazienti è un caso a sé e così ci tratta, ci cura e – quasi sempre – ci guarisce. Oggi è il mio medico di fiducia che consiglio a familiari e amici che hanno problemi di salute.

Costanza Paziente del Dott. Archimede Tentindo 24 Maggio 2016

default image

Cuffia dei rotatori e lombalgia

Ho provato per due volte nello spazio di tre anni i benefici dell’agopuntura con il dr. Tentindo.Nel primo caso ho risolto definitivamente e in tempi estremamente brevi (5 sole sedute) un problema alla cuffia dei rotatori alla spalla che mi portavo dietro da oltre un anno. Facendo Pugilato a livello amatoriale come sport, ero stato costretto a diminuire notevolmente gli allenamenti a causa dei forti dolori causati e, nonostante tutte le cure provate di medicina tradizionale, non trovavo soluzione. In seguito alle terapie svolte con il dr.Tentindo, non solo ho curato il dolore ma non ho soprattutto mai più avuto alcun tipo di problema. Ora, negli scorsi mesi, sono stato bloccato da una fortissima lombalgia che, nonostante fisioterapie, visite da Medici Ortopedici e Osteopati riconosciuti come eccellenti nel loro campo, non accennava ad altro che a diminuire ma mai a guarire definitivamente. Ho ricontattato il dr. Tentindo che alla seconda seduta mi ha rimesso in piedi più che dignitosamente e ora, alla fine delle quarta, ha dovuto ricordarmi scherzosamente le condizioni nelle quali mi sono presentato presso il suo studio medicoso tre settimane fa.
Ringrazio pubblicamente il Dottore con questo mio contributo.

Claudio Tulli Paziente del Dott. Archimede Tentindo 23 Gennaio 2015

default image

Lombalgia

Ho conosciuto il Dott. Archimede Tentindo per caso, nel 2004.
In famiglia soffriamo, chi più, chi meno, di problemi lombari con relative sofferenze.
Provenendo dalla medicina tradizionale non sapevo nulla di agopuntura e mi ero stufato di prendere medicinali antinfiammatori con relative controindicazioni che però non risolvevano il problema.
Mi recavo una volta alla settimana nel suo studio per l’agopuntura, ma, non sapevo se la cosa avrebbe avuto gli effetti desiderati.
Dopo 2 mesi e 1/2 l’agopuntura era terminata e ho passato 2 anni senza alcun dolore e senza spendere un Euro.
Mi sembrava di essere rinato.
Ho seguito poi l’agopuntura di mantenimento di tanto in tanto.
Oggi mi trovo a dover affrontare la capsulite con interessamento della cuffia dei rotatori e del bicipite con tendiniti.
Ho trovato delle testimonianze approfondite a riguardo su questo blog e spero che anche in questo caso di venirne fuori senza l’intervento chirurgico che mi era stato prospettato.

Marco Paziente del Dott. Archimede Tentindo 3 Gennaio 2015

default image

Spalla dolorosa (Distrazione del sovraspinoso della spalla)

Tempo fa sono caduta procurandomi la distrazione del sovraspinoso alla spalla destra, la caduta ha avuto conseguenze anche sulla cuffia dei rotatori, in poche parole non ero più in grado di infilami una giacca senza piangere per il dolore. L’ortopedico, dopo la risonanza, mi aveva prescritto della fisioterapia (che non aveva avuto alcun effetto) e del nuoto (che non avevo tempo di praticare). A un successivo controllo aveva ventilato l’ipotesi di un intervento chirurgico al quale volevo evitare di sottopormi.
In quel periodo ero già in cura col Dott. Tentindo per altri problemi alla schiena e avevo già tratto dei notevoli benefici dall’agopuntura. Il Dott. Tentindo ha utilizzato agopuntura e taping ed è riuscito a risolvere del tutto il problema (come mi è stato detto successivamente dall’ortopedico) evitando così che io venissi sottoposta a un intervento chirurgico con un decorso post operatorio piuttosto lungo e doloroso.
Purtroppo devo dire che molti medici sono scettici riguardo i benefici dell’agopuntura e spesso non prendono nemmeno in considerazione cure alternative, nemmeno di fronte all’ipotesi di un intervento.Spesso i pazienti vengono palleggiati tra risonanze, visite ortopediche, ulteriori esami diagnostici, fisiatra ecc. con costi non trascurabili e risultati decisamente poco apprezzabili quando un buon medico che pratichi l’agopuntura in maniera corretta può essere più efficace.
Aggiungo inoltre che il Dott. Tentindo non è l’unico medico a praticare l’agopuntura al quale mi sono rivolta negli anni ma è senz’altro, per la mia esperienza personale, il migliore che abbia consultato e dalla cui terapia ho tratto i benefici maggiori e più duraturi.

MANUELA paziente del Dott. Archimede Tentindo 8 Ottobre 2014

default image

Spondilolistesi

Voglio ringraziare il Dott. Tentindo per avermi risolto un problema che mi trascinavo da tanto tempo e che mi faceva vivere veramente male, la spondilolistesi. Avevo provato di tutto: osteopatia, chiropratico, educazione posturale, esercizi per il potenziamento dei muscoli addominali, ma niente, non ne uscivo fuori. Non potevo stare seduto senza che quel dolore alla schiena non aumentasse fino a diventare insopportabile e non riuscivo a trovare la giusta posizione nemmeno in piedi. Praticamente era un inferno. Un amico mi ha consigliato il Dott. Tentindo, ma sinceramente ero scettico nei confronti dell’agopuntura per la spondilolistesi, poiché, pensavo, essendo un problema di tipo meccanico riguardante lo spostamento di una vertebra, come può aiutare l’agopuntura? Comunque, alla fine, non trovando beneficio dalle tecniche manuali, mi sono rivolto a lui e mi è cambiata la vita, già dalla prima seduta si è ridotto il dolore e adesso l’incubo è finito.
Grazie Dottore.

Jan paziente del Dott. Archimede Tentindo 12 Febbraio 2014

default image

Spalla dolorosa (Capsulite adesiva della spalla – spalla congelata)

Vorrei ringraziare il Dr. Tentindo per avermi guarito con l’agopuntura ed altre manovre dalla capsulite adesiva, da gennaio ho peregrinato per fisioterapisti, osteopata, fisiatra, infiltrazione cortisonica con acido ialuronico a mie spese...oltre il danno economico anche la beffa di dover sopportare un atroce dolore quando l’ortopedico ha infilato l’ago nella capsula della spalla, manipolazione dolorosissima e altre diavolerie, infine su costrizione di mia figlia che l’ adora, ho deciso di rivolgermi ad esso, oltre alla quasi completa mobilità della spalla mi sta curando la SJOGREN – malattia autoimmune che porta secchezza agli occhi-bocca- dolori vari alle articolazioni etc... da quando faccio l’agopuntura ogni settimana da due mesi non uso più le gocce oculari per la secchezza, prima le usavo tutte le sere, inoltre per saperne di più sulla SJOGREN e testimoniare per i risultati dell’agopuntura, mi sono rivolta ad un sito che la tratta, ma ahimè ... raccontando la mia esperienza, mi hanno trattato da visionaria senza neanche approfondire le tecniche che mi stanno facendo star bene.. non ho parole.... ma solo parolacce per l’ottusità di molte persone compresi i medici che non vanno oltre il prontuario delle medicine da prescrivere... è più facile toglilerci dalle scatole con la mitica ricetta rosa... il colore è già tutto un programma, finisco con un grazie infinite al Dr. Tentindo, spero di essere il suo incubo, perché dovrà supportarmi nella SJOGREN e soprattutto... sopportarmi, grazieeeeeee,

Carmen paziente del Dott. Archimede Tentindo 6 Giugno 2013

default image

Sindrome di Sjogren

Inizio con un grazie al Dr. Tentindo Archimede... il nome è già tutto il programma che mette in uso con chi si rivolge ad esso per l’agopuntura, la mia esperienza con il Dr. Tentindo è iniziata tre anni fà per tre sedute che ho stupidamente interrotto per varie problematiche, premetto che ho la sindrome di Sjjogren ( malattia autoimmune ) con tutte le secchezze che comporta.... e qui mi aggangio al grazie iniziale perché da quando ho ripreso l’agopuntura per la capsulite adesiva della spalla sinistra che sta migliorando, non sto più usando le gocce agli occhi che mettevo tutte le sere, e questo da un mese esatto, sono meravigliata... ovviamente non Archimede che da sempre mi ha detto quale sarebbe stato il risultato applicando gli aghi tutte le settimane.... consiglio agli scettici il trattamento con gli aghi senza avvelenarsi con antidolorifici o altri veleni che l’industria farmaceutica presenta in farmacia creando ogni giorno nuove malattie, grazie ai medici come Archimede possiamo vivere meglio!

Carmen paziente del Dott. Archimede Tentindo. 30 Aprile 2013

default image

Lombalgia (mal di schiena)

Dal 1985 soffro di fortissimi dolori alla schiena, dovuti ad un crollo di una vertebra dorsale, associato a scoliosi, artrosi ed osteoporosi. Inoltre ho due angiomi vertebrali, uno ma livello dorsale e l’altro a livello lombare.
Allora l’ortopedico mi ha prescritto antinfiammatori, miorilassanti e ansiolitici: Per anni ho usato Voltaren, Muscoril e Valium, che poi sono stati alternati a/o sostituiti da altri farmaci.
Non essendo per me possibile praticare la ginnastica posturale, data anche la mia età – 82 anni – e gli impedimenti strutturali della mia schiena, inevitabilmente ogni anno soffro di diverse crisi. Un agopuntore mi disse che dopo gli 80 anni non potevo avere risultati con l’agopuntura. Dal novembre 2011 sono curata con l’agopuntura dal Dott. Tentindo, non prendo più farmaci per il mal di schiena e ottengo risultati superiori a quelli della farmacologia chimica, sia riguardo alla durata della crisi che all’intensità del dolore.

Fortunata paziente del Dott. Archimede Tentindo 21 Febbraio 2013

default image

Artrite

Ho un’artrite che mi da problemi alle giunture, con dolori specialmente quando assumo la stessa posizione per lungo periodo.
Sono in cura con il dott. Tentindo e da un mese circa, con una cura omeopatica, non ho più dolori alle articolazioni! Adesso scendo dalla macchina dopo aver guidato per 40 minuti come un grillo!

penna bianca paziente del Dott. Archimede Tentindo 14 Novembre 2012

default image

Epicondilite

Ho avuto grossi problemi con il gomito (epicondilite). Dopo molti tentativi con vari ortopedici andati a vuoto ed un primario che mi suggeriva come unica soluzione un’operazione, ho provato con delle infiltrazioni di cortisone che però non hanno dato esiti positivi. Mi sono rivolto al Dott. Archimede Tentindo il quale mi ha completamente guarito.

Anonimo paziente del Dott. Archimede Tentindo 6 Novembre 2012

default image

Lombalgia

A tutti capita a volte di rimanere “incriccato”. Con l’agopuntura il dott. Tentindo ha rimesso in piedi sia me che mio marito. A volte è bastata una seduta a volte 2 ma il risultato è sorprendente. Ed è sorprendente sapere che per qualsiasi problema di salute c’è un rimedio o omeopatico o con l’agopuntura. Sono 7 anni che né io né mio marito prendiamo medicinali della cosiddetta medicina tradizionale.

la pallina paziente del Dott. Archimede Tentindo 5 Ottobre 2012


PATOLOGIE RESPIRATORIE ED ALLERGICHE

default image

Allergia ai pollini

Dr. Tentindo scopro con piacere che finalmente c’è un’alternativa ai farmaci convenzionali per questo disturbo molto fastidioso. Abbiamo un’amica che ne soffre e poverina non riesce ad uscirne. La informerò della possibilità di curarsi con l’agopuntura e omeopatia evitando così di continuare ad avvelenarsi con i farmaci allopatici che hanno tante di quelle controindicazioni e effetti collaterali da provocare altre patologie.
Io comunque con il dott. Tentindo ho risolto molti dei miei problemi, ultimo dei quali è stata l’allergia ai pollini. Ora che la primavera è finita posso finalmente dire che quest’anno, dopo 30 anni di sofferenza e vaccini fatti in passato inutilmente, non ho avuto l’allergia!!!! E piano piano sono convinta che risolveremo anche il resto.

Lucia paziente del Dott. Archimede Tentindo 4 Luglio 2013


PATOLOGIE OTORINOLARINGOIATRICHE

default image

Sindrome di Ménière

Da dieci anni soffrivo di Sindrome di Ménière, diagnosticatami dallo specialista otorino, dopo tante diagnosi sbagliate fatte ada altri specialisti. Solo quando mi si è aggravata molto,la diagnosi è arrivata. Avevo un forte calo di udito ed un forte senso di pienezza a un orecchio, oltre alle vertigini, che sono sopraggiunte in un secondo tempo.
Quando mi alzavo, mi girava la testa. Avevo forti tremori in tutto il corpo, specialmente di notte. Spesso avevo sbandamenti.
L’otorino mi ha prescritto diuretici e Cortisone, che non mi hanno fatto niente: nessun miglioramento.
8 anni fa sono andato da un famoso agopuntore, e con la sua cura sono stato veramente bene, praticamente guarito fino a circa un anno fa, quando questi disturbi sono ricomparsi. Allora mai sono fatto di nuovo visitare dallo stesso agopuntore, ma purtroppo questa seconda volta non ho avuto nessun risultato. Quando gli ho detto che la cura purtroppo non stata funzionando, lui mi ha detto che non avevo nulla ma che ero solo depresso, cosa che mi ha fatto molto arrabbiare. Io faccio il musicista e non sentivo niente da un orecchio,come se a un chirurgo non riuscisse più a muovere una mano, invece lui mi dice che non ho nulla, anche se aveva visto i miei tremori quando ero sdraiato sul lettino.
Ero anche stato da altri due agopuntori, entrambi dicenti di una scuola di agopuntura, ma anche con loro non ho avuto nessun risultato.
Nel giugno 2017, su un blog ho visto la testimonianza di una persona che era stata guarita dalla sindrome di Ménière con l’agopuntura..la cura era stata fatta dal dott. Archimede Tentindo. Ci sono andato e mi ha fatto una diagnosi energetica diversa da quella degli altri agopuntori, soprattutto in base alla lettura dei polsi.
Mi ha anche spiegato in maniera molto dettagliata quali dei miei organi erano in deficit energetico e quali avevano un problema di blocco energetico e questo mi ha aiutato molto.
Dopo aver seguito la sua cura, sto veramente bene, mi è passata pure la stanchezza e l’intolleranza a molti cibi.

Fabio paziente del Dott. Tentindo 26 Marzo 2018

default image

Sinusite cronica

Salve, volevo postare la mia esperienza come paziente del dott. Tentindo. Esperienza del tutto positiva ovviamente, visto che posso dire di essere guarito da una sinusite cronica che mi portavo dietro da ben 12 anni! Per i medici che mi avevano visitato in precedenza, come unica soluzione non restava che la chirurgia, ma fortunatamente non ne ho avuto bisogno. Colgo l’occasione per lasciare un saluto al dott. Archimede, grazie.

Anonimo paziente del Dott. Archimede Tentindo 24 Ottobre 2012


PATOLOGIE CARDIOLOGICHE E ANGIOLOGICHE

default image

Ipertensione arteriosa

Ho avuto il primo contatto con il Dr. Tentindo l’11 maggio scorso, grazie a un amico comune. Avevo un dolore al basso ventre destro come se avessi all’interno un corpo estraneo, associato a elevata stipsi, un dolore reumatico alla spalla destra che si rifletteva lungo il braccio destro, creando diminuzione di capacità motoria e di forza nel braccio stesso. Nella anamnesi della prima visita, tra le altre storie di patologie passate e presenti c’era anche l’ipertensione, che contenevo tramite l’assunzione di una pillola giornaliera di Tareg 160 e di 30 gocce di tintura madre di Biancospino.
Dopo qualche seduta di agopuntura, l’assunzione di una dieta priva di formaggi e latticini, dolci, insaccati, ricca di verdure, fagioli aduki e mung, grano saraceno, riso basmati, pesce, dopo una settimana la stipsi e il dolore erano andati via. La dieta chiaramente la continuo, per evitare altre degenerazioni del sistema digestivo.
Il dolore alla spalla è stato curato tramite agopuntura e lampada, e in tre sedute è andato via anche lui.
L’ipertensione è stata curata con prodotti omeopatici, fino alla eliminazione dell’assunzione delle pillole di Tareg 160 e delle gocce di Biancospino, nel giro di un mese sono tornato ad avere i valori normali e stabili di pressione, e ne ha guadagnato in tutto ciò anche l’umore.
Cosa dire di più ? Grazie al DR. Tentindo per aver migliorato la qualità della mia vita !

Armando Giuffrida paziente del Dott. Archimede Tentindo 27 Luglio 2015

default image

Palpitazioni

Sono ormai 7 anni che conosco il dott. Tentindo e mi ha sempre curato con ottimi risultati. Tra le altre cose ha risolto il problema delle palpitazioni.

Anonimo paziente del Dott. Archimede Tentindo 5 Ottobre 2012

default image

Edema alle caviglie

Posso garantire che l’agopuntura e l’omeopatia funzionano e che il dottor Tentindo è competente nelle materie che tratta: in tre mesi di sedute ha guarito il mio problema circolatorio (avevo i piedi sempre molto gonfi) e le mani e i piedi perennemente freddi che ora hanno una temperatura normale!

Anonimo paziente del Dott. Archimede Tentindo 28 Settembre 2012


PATOLOGIE UROLOGICHE

default image

Calcoli renali

Sono stato in cura dal dott. Tentindo ed ho risolto i miei problemi di calcoli renali senza interventi e senza farmaci allopatici, solo con l’agopuntura.

penna bianca paziente del Dott. Archimede Tentindo 4 Novembre 2012

default image

Cistite

Il dott Tentindo ha risolto molti dei miei problemi. Con l’omeopatia ha guarito la cistite che avevo. Mio marito ha avuto i calcoli renali e con l’omeopatia si sono disciolti. Prima mi svegliavo tutte le notti per andare al bagno e grazie alle cure omeopatiche e l’agopuntura ora il problema è risolto!

paziente del Dott. Archimede Tentindo la pallina 5 Ottobre 2012